CM 03

Una mia distrazione

Ogni incontro non è mai per caso. Un concerto con Antonio Zambrini ha dato spunto per una nostra collaborazione. Cosa succede se il jazz si mescola con la canzone d'autore? Per ambedue è stata una piacevole distrazione…
I testi sono tutti di Luca Lezziero, tranne uno di Vincenzo Costantino (un'anticipazione di qualcosa che verrà, spero…). Matteo Zucconi è al contrabbasso, Riccardo Frisari è alla batteria, Vincenzo Di Silvestro agli archi; Stefania Giarlotta ha dato il suo contributo vocale.
Una mia distrazione è anche fotografare i luoghi in cui vado per concerti o per vacanza. Una mia distrazione è far diventare le mie foto cartoline per il packaging del Cdr, ancora una volta numerato, datato, intestato e spedito a casa. Per comprarlo con paypal o carta di credito, cliccate sul pulsante giallo sulla colonna destra oppure scrivete direttamente a cesare.malfatti@gmail.com
Il costo del Cdr è 20€.




















































Se tu sei qui (testo: Luca Lezziero)

Il fuoco non dà luce
la carne non ha voce
se tu, se tu sei qui
Il mondo non si sveglia
la pioggia non rallenta
se tu, se tu sei qui
So inventare le parole
ma cambiarti non lo so
mi hai rubato ogni cosa che ho
Il corpo si raccoglie
in forme sconosciute
se tu, se tu sei qui
La voce si consuma
si ferma nella gola
se tu, se tu sei qui
Non ascolti non ti accorgi
del dolore che dai tu
Non ho voglia del futuro
di aspettare non ne ho più
non ho voglia del futuro non più





Per noi (testo: Luca Lezziero)

Solo per noi nasconderò per noi la verità
e mentirò lo sai solo per noi
ed inventarsi un mondo che funziona
solo per noi due
E vedrai che questa è un’arte che imparerai
sbagliare poi lo sai ti piacerà
ed ogni gesto sarà come se fosse
solo per noi due solo per noi due
Noi felici come amanti che
non devono vestirsi mai
il mondo è lì davanti a noi
Noi spietati come ricchi che
si comprano la lealtà
e sanno che non basterà mai... mai lo sai
Se te ne vai credi che così tu ne uscirai?
nasconderti da me non servirà
e perderai sai tutto quel che avevi
e quel che sei se vai via da
Noi felici come amanti che
non devono vestirsi mai
il mondo è lì davanti a noi
Noi spietati come ricchi che
si comprano la lealtà
e sanno che non basterà mai... mai lo sai



Una mia distrazione (testo: Luca Lezziero)

Cammino nel sole
il cielo è già blu
la pietra ha il colore
di parole dette mai più
Morirai di una mia distrazione
cercherò di non farlo mai più
non avrai nessun’altra occasione
e vorrei lo capissi anche tu
È strana la luce
che porti con te
io ti osservo parlare
sei diversa, diversa da me
La risposta che non riesci a trovare
sarà come se fosse già lì
sembrerà di conoscerla bene
ma vorrei che non fosse così
Morirai di una mia distrazione
resterà così poco di te
non avrò abbastanza parole
per spiegarti davvero il perché



Vivere (testo: Luca Lezziero)

Certi libri che non amiamo più
le fotografie da bambini noi
era semplice solitudine
era così vero ora non lo è più
i ricordi che si confondono
e si perdono
proprio dentro me
Ora sono qui a vivere
e non chiedo di più
i giorni passano così uguali
non li guardo più
e mi chiedo se
Quel che sai di me sembra inutile
forse io dovrei dirti un po’ di più
ma la verità non è facile
da svelare sai da distinguere
Ora sono qui a vivere
non domando perché
i giorni passano così uguali
... accanto a me
ora sono qui a vivere
e non chiedo di più
i giorni passano così uguali
non li guardo più



Apro gli occhi (testo: Luca Lezziero)

Apro gli occhi e poi
guardo intorno a me
dunque è questa
solo questa la realtà?
Dormirei di più
per trovare sai
un coraggio che vorrei
Muovo lente le mie mani
per misurare lo spazio
che c’è intorno a me
la distanza è immensa
tra la volontà
e la semplice realtà
Certe ipotesi
certe fantasie
sono fragili
così fragili che poi..
Brucia in fretta questo tempo
ed io sento che è diverso,
così diverso
ed ha il sapore, di cose
lontane da me
che non sono più per me




Andare via (testo: Luca Lezziero)

Un cielo vuoto senza nuvole
io e te
poi molto tempo per decidere
cosa fare
il tuo futuro non sarà mai più vicino
di così
Certe persone non distinguono
la tua verità
ed hanno voglia di distruggerti
io no lo sai
cambiare in due dimenticare la realtà
Andare via
lontano dalle cose che ci uccidono
via e respirare io e te
via perché essere diversi non è facile
via è solo questo che vorrei
Tua madre è un’ombra senza spigoli,
lo sai
tuo padre è rabbia che ti giudica,
solo questo sai
se chiudi gli occhi il tuo passato non c’è più
Andare via
lontano dalle cose che ci uccidono
via e respirare io e te
via perché essere diversi non è facile
via è solo questo che vorrei



Siamo soli insieme (testo: Luca Lezziero)

E sono qui
a cercare di parlare insieme a te
non lo so, se ascolterai
è una cosa che puoi fare solo tu
e qui con te
c’è una strada stretta da percorrere
non dirò ciò che vuoi
che i miei dubbi sono proprio uguali ai tuoi
Sai credo che la verità
la scopriremo insieme ogni giorno che verrà
e sento che la mia realtà
sarà sbagliare ogni giorno qualcosa insieme
sono solo se tu sei solo
siamo soli insieme... io e te
Ed è così
sai mi sento come fosse colpa mia
il perché io non lo so
ma ora devo raccontarti una bugia
Sai credo che la verità
la scopriremo insieme ogni giorno che verrà
e sento che la mia realtà
sarà sbagliare ogni giorno qualcosa insieme
sono solo se tu sei solo
siamo soli insieme... io e te





Marzo (testo: Vincenzo Costantino)

Rondina il vento, rondina l’aria senza te
rompe gli indugi, carezza lento ogni perché
ti bacia timido, già ieri, ed oggi è già
ti porta a me e sarai vestita di onestà
E sarai come ieri ed oggi, e resterai
con marzo che carezza solo e solo te
e solo noi
domani è
ed oggi sei
Rabbia gentile ci abbandona e se ne va
e lascia spazio ai desideri di altra età
il vento sa e sa da sempre quel che fa
spettina odori ed i tuoi passi verso me
E sarai come ieri ed oggi, e resterai
con marzo che carezza solo e solo te
e solo noi
domani è
ed oggi sei
con marzo che
carezza noi
e solo noi



Una casa che (testo: Luca Lezziero)

Una casa che non aprivo mai
conservavo lì i ricordi miei
le parole sai... ti cambiano,
parlandoti, suonando dentro te
e non credo che
ne capirò mai il perché
Sono stato qui molto tempo fa
per cercare chi non ricordo più
ma è difficile, le cose sai
si muovono, non fanno quel che vuoi
e non basta più
la volontà di prenderle
Sai vorrei che anche tu
fossi qui con me
ma non puoi tu non vuoi
ed io giro stanze vuote senza te
Una casa che aprirei con te
per cercare lì quel che siamo noi
e mi accorgo che le cose che immagino
qui non succedono
ed i sogni miei
si spengono con me
poi vorrei che anche tu
fossi qui con me
ma non puoi o tu non vuoi
ed io giro stanze vuote senza te